Sì, c’è un nuovo modo per proteggere i cani dalla filaria

Hai domande su cani e filariosi cardiopolmonare, incluso se la filaria stia davvero diventando resistente ai preventivi? John McCall, MS, PhD. Alcuni risultati interessanti sono emersi da uno studio sul repellente per pulci / zecche / zanzare Vectra 3D di Ceva: si scopre che è uno strumento potente nella lotta contro la filariosi cardiopolmonare canina, basandosi su quella che l’azienda chiama la “doppia difesa” di un repellente per zanzare topico combinato con la filariosi orale preventiva.

doubledefenseinfograpicfinal

fonte dell’immagine: www.grpicklers.com

Ho parlato con il ricercatore, il dottor John McCall, MS, PhD, professore emerito presso il Dipartimento di malattie infettive presso l’Università della Georgia College of Veterinary Medicine, per saperne di più. Nota: questo non è un post sponsorizzato. Ho semplicemente ricevuto un comunicato stampa sul nuovo studio e sono stato ispirato a indagare ulteriormente e condividere ciò che ho imparato con i miei lettori.

D: Molti proprietari di animali domestici commentano continuamente che la prevenzione della filaria “non funziona più”. Pensi che sia vero o, se non vero, una preoccupazione per il futuro?

R: L’unico modo in cui il proprietario medio di un animale domestico sa che il preventivo “non funziona” è che il veterinario gli dice che il suo cane ha segni clinici di filariosi cardiopolmonare o è positivo al test dell’antigene. Se il cane non è stato infettato prima di iniziare un programma di prevenzione e il proprietario ha veramente somministrato il preventivo come indicato, una diagnosi di filariosi cardiopolmonare indica che il preventivo ha fallito.

La “mancanza di efficacia” di un prodotto viene segnalata più spesso dall’area del delta del Mississippi, ed è stata documentata l’emergere di resistenze in questa parte del paese. In questo momento, la resistenza non è stata segnalata al di fuori di quest’area, ma la diffusione della resistenza in altre parti del paese è solo una questione di tempo.

Ad oggi, tuttavia, la maggior parte dei casi in cui la prevenzione della filariosi cardiopolmonare sembra non funzionare sono casi in cui il farmaco non è stato somministrato in ogni periodo di tempo in cui esisteva la possibilità di punture di zanzara. Pertanto, i proprietari di animali domestici devono essere completamente conformi alla loro amministrazione preventiva durante tutto l’anno.

E per sconfiggere i ceppi resistenti di filariosi cardiopolmonare che potrebbero sfondare anche l’amministrazione preventiva più conforme, la nostra migliore pratica è respingere e uccidere il vettore: la zanzara!

D: In che modo un approccio mirato alla zanzara aiuta con la sfida della resistenza?

R: L’approccio “Double Defense” aiuta a frenare la diffusione della resistenza perché blocca in modo uguale la trasmissione di filariosi sia resistenti che sensibili.

Anche se il preventivo fosse solo moderatamente efficace nel prevenire l’infezione nell’animale, l’uso concomitante di un repellente / insetticida altamente efficace assicura che pochissime zanzare o animali vengano infettati.

Vectra 3D riduce anche notevolmente la diffusione di filariosi resistenti bloccando la trasmissione di microfilarie resistenti dai cani infetti alle zanzare.

In uno dei nostri studi recenti, anche le poche zanzare che erano in grado di nutrirsi dei cani infetti trattati con Vectra 3D sono morte molto prima che potessero sviluppare le microfilarie alle larve infettive (L3) e trasmettere la L3 a un altro animale.

Scarica & amp; Condividi: PDF o JPG

D: Come si confronta in termini di efficacia la combinazione di un repellente con un preventivo orale rispetto al solo preventivo? Quanti casi di filariosi cardiopolmonare potrebbero essere prevenuti attraverso questo doppio approccio, se questo è noto o può essere stimato?

Nel nostro recente studio in cui sono state utilizzate dirofilariosi resistenti, tutti i cani che hanno ricevuto solo il preventivo sono stati infettati e il carico complessivo di filariosi cardiopolmonare in questi cani è stato ridotto solo del 59%, mentre la combinazione di preventivo e Vectra 3D è stata efficace al 98,5% come un repellente (effetto anti-alimentazione) ed efficace al 100% nella prevenzione delle infezioni.

Sebbene sia praticamente impossibile sapere o stimare quanti casi di dirofilariosi possono essere prevenuti utilizzando l’approccio della Doppia Difesa, è abbastanza ovvio dal nostro studio di laboratorio che il numero di cani infetti e il numero di vermi per cane infetto sarebbero notevolmente ridotto da questo approccio.

D: Quale vantaggio ha il controllo vettoriale rispetto alla prevenzione per la salute di un singolo cane, oltre a una possibile maggiore protezione dalla filariosi cardiopolmonare – in altre parole, c’è qualche altra ragione per impedire alle zanzare di mordere un animale domestico oltre alla semplice prevenzione della filaria?

Il virus del Nilo occidentale è noto per essere endemico nelle persone negli Stati Uniti. Il virus Zika è stato diagnosticato e il virus Dengue è considerato una grave minaccia potenziale. Tutti questi sono trasmessi dalle zanzare e sebbene non sia provato, l’uso di repellenti / insetticidi sui cani potrebbe ridurre le popolazioni di vettori di zanzare, in particolare Aedes aegypti e A. albopictus, che trasportano questi virus.

I tradizionali farmaci contro la filariosi cardiopolmonare uccidono tutte le larve che si sono accumulate nel corpo del cane dall’ultimo trattamento. Alcune di queste larve possono avere almeno un mese quando il cane viene curato. Non si sa esattamente per quanto tempo queste larve vivono nel cane dopo la somministrazione del preventivo. Vectra 3D blocca la trasmissione (~ 98 percento) respingendo la zanzara prima che morda il cane e trasmetta le larve infettive della filaria.

Oltre ad aiutare nella prevenzione della trasmissione di malattie causate da virus e vermi, il cane trattato con insetticida repellente sperimenterà meno punture di zanzara, con l’irritazione e la perdita di sangue che quei morsi causano. Questo da solo è di grande aiuto per qualsiasi animale domestico!

D: Ci sono rischi per i gatti a stretto contatto con un cane di famiglia su questo prodotto?

Gli ingredienti attivi di Vectra 3D sono estremamente sicuri per l’uomo e per i cani. Quando vengono applicati a un cane e lasciati asciugare, non rappresentano una minaccia nemmeno per i gatti.

I gatti si intossicano se ingeriscono (consumano) una dose eccessiva di permetrina, ma non hanno reazioni avverse alla convivenza con un cane trattato, anche se a loro piace strigliare il cane, purché il prodotto sia lasciato asciugare sul cane .

Il tempo di asciugatura dopo l’applicazione richiede da un’ora o due a diverse ore, a seconda della ventilazione intorno al cane. È preferibile che il cane si trovi in un luogo ben ventilato o anche all’aperto subito dopo l’applicazione del prodotto, lontano dai gatti, dove la diffusione e l’essiccazione possono avvenire rapidamente.

D: C’è qualcosa che non ti ho chiesto che pensi possa interessare ai proprietari di cani?

I proprietari possono vedere pulci e zecche e sapere quando hanno un problema, ma non possono vedere i vermi filari, quindi spesso dimenticano l’importanza della malattia e la necessità di curare l’animale per prevenirla.

Quando utilizzano un approccio “Doppia Difesa”, ottengono il vantaggio aggiuntivo di repellenza per zanzare / efficacia insetticida. Pertanto, l’uso di Vectra 3D insieme a un preventivo contro la filaria convenzionale garantisce il massimo livello di protezione contro la filariosi cardiopolmonare, anche contro i filariosi resistenti.

Anche se disponiamo di trattamenti per l’infezione da filariosi cardiopolmonare esistente in un cane, ora comprendiamo che il danno che i vermi fanno quando vivono nel cuore e nei polmoni dell’animale domestico possono essere irreversibili dopo che l’infezione è guarita. Quindi, si può dire che mentre l’infezione è curabile, il danno arrecato all’animale non è curabile. Se i proprietari di animali domestici lo capissero, non permetterebbero mai che il loro amato animale domestico non sia protetto nemmeno per un breve periodo.

Un altro aspetto da considerare per i proprietari di animali domestici è il danno additivo di un animale una volta infettato che viene nuovamente infettato. Quindi, la cura adeguata dell’animale un tempo positivo alla filariosi cardiopolmonare deve includere una scrupolosa doppia difesa preventiva.

Sì, c’è un nuovo modo per proteggere i cani dalla filariaultima modifica: 2021-02-27T08:51:09+01:00da muranov
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento